"Terreni Creativi"

 

Si aprirà il 9 agosto la X edizione di Terreni Creativi, il festival multidisciplinare ideato, diretto ed organizzato da Kronoteatro nelle aziende agricole di Albenga e sostenuto dal MIBAC, dal Comune di Albenga, dalla Regione Liguria, dalla Fondazione De Mari e da numerosi sponsor privati. Tre serate di teatro, danza, musica, cibo e divertimento tra TerraAlta, che ospiterà la prima serata, BioVio, nella quale si svolgerà la seconda, e infine L’Ortofrutticola, dove l’11 agosto si chiuderà questa edizione. Ogni serata terminerà con dj-set e musica dal vivo, per la cui programmazione Kronoteatro si avvale della professionalità di Rock‘n’Roll robots e Riviera Gang Crew.

Già vincitore del Premio Nico Garrone del 2016 e del Premio Rete Critica, nel 2017, come miglior progetto comunicativo, Terreni Creativi compie dieci anni e lo fa con un titolo che guarda al futuro: “Tomorrow”; nella consapevolezza che un domani migliore si possa creare solo costruendo un oggi migliore e, per farlo, la diffusione della cultura è operazione necessaria ma sempre più difficile. “Al sicuro successo dell’evento non corrispondono mai adeguati finanziamenti da parte degli enti, ma un problema così diffuso diventa l’anormale normalità con cui tutti gli organizzatori o quasi si trovano a doversi confrontare. Non ci resta che resistere e lavorare per un più radioso TOMORROW”, racconta Kronoteatro, nella ferma convinzione che la cultura non possa essere elitaria né il suo accesso limitato. Per questo, il prezzo del biglietto sarà di 20€ (12€ il ridotto fino ai tredici anni), comprensivo di due spettacoli, Aperitivo quasi Cena e dopo spettacoli con musica e dessert. Tuttavia, per le difficoltà proprie del mondo della cultura summenzionate, che si riflettono inevitabilmente sull’organizzazione del festival, Kronoteatro anche quest’anno propone la formula del “pass sostenitore” cioè la facoltà, per chi vuole e può, di acquistare un “pass sostenitore”, valido per tre serate, alla cifra di 100€. 

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: "Questa manifestazione è giunta ad un importante traguardo, quello dei 10 anni, e questo vuol dire che è entrata nel cuore degli ingauni. Credo che uno degli aspetti che rende grande questo evento è senza dubbio quello della convivialità e dell'aggregazione: a Terreni Creativi si può andare soli perché soli non si è mai! Tutto ciò nasce e si sviluppa dalla grande capacità di chi, come il gruppo di Kronoteatro, opera con impegno e con un'improvvisazione studiata realizza spettacoli di assoluto successo. Nulla è lasciato al caso ed i risultati arrivano e sono sotto gli occhi di tutti. Nel corso degli anni questa realtà, che è assolutamente importante per Albenga, è cresciuta, e questa associazione ha saputo creare un gruppo di lavoro importante che trasmette conoscenza, arte e cultura ai giovani e non solo. Specie in quest'epoca storica nella quale non si parla più di cultura ed ignoranza, ma di cultura e anticultura, l'impegno di associazioni culturali come Kronoteatro è importante. Oggi non c'è più la consapevolezza di non sapere che rende l'uomo curioso, ma anzi chi non conosce si fa forte di ciò e con presunzione cerca di prevaricare il suo prossimo. E' importante lavorare per contrastare proprio questo fenomeno e Terreni Creativi con la sua formula supervincente fa proprio questo.".

L'Assessora Silvia Pelosi: "Ringrazio Kronoteatro per il lavoro che svolge per la nostra città portando un livello altissimo di cultura nelle attività agricole del territorio ed unendo due delle peculiarità di Albenga: la cultura e l'agricoltura. Quest'anno vivo per la prima volta da assessore questo evento e sono davvero molto orgogliosa di ciò. Credo che sia anche una opportunità per molti per conoscere le nostre aziende da vicino!"

Le novità di questa decima edizione sono: il maggior spazio dedicato alla danza contemporanea e la presenza di una produzione Kronoteatro nel programma. La compagnia, infatti, porterà in scena “Sporco negro”, lo spettacolo vincitore de “I Teatri del Sacro 2019”. Il festival quest’anno avrà, inoltre, una sua appendice nel centro storico cittadino: il progetto “Se questo è Levi” performance itinerante sull’opera di Primo Levi di Fanny&Alexander, dipanandosi sulle tre sere di festival come pre festival, abiterà infatti la Biblioteca Civica e la Sala Consiliare del Comune di Albenga.

Infatti, anche quest'anno, torna, in apertura alle tre serate, il pre-festival, un piccolo programma di quattro spettacoli per un numero limitato di spettatori, al costo di 5€. Il 9 agosto, alle ore 18 presso la Biblioteca Comunale Simonetta Comanedi, il 10 Agosto alle ore 19 nell'azienda agricola BioVio, e domenica 11 agosto, alle ore 17.15, presso la Sala Consiliare del Comune di Albenga, tre opere in prima regionale del progetto “Se questo è Levi” di Fanny&Alexander, la pluripremiata compagnia fondata nel 1992 da Luigi De Angelis e Chiara Lagani. Domenica 11 agosto, inoltre, alle ore 19,  presso L’Ortofrutticola: “Il racconto delle cose mai accadute”, in prima regionale, di Quotidiana.com, che si confronta con la finzione e utilizza il cinema come sorgente di materia.  Lo spettacolo arriverà ad Albenga dopo aver debuttato a Venezia, alla 47 Biennale Teatro 2019. Si potrà assistere alle rappresentazioni previa prenotazione.

 

Venerdi 9 agosto

Dopo gli spettacoli del prefestival, ogni serata sarà così organizzata. Si inizierà venerdì 9 agosto, alle 20.15, presso l’azienda TerraAlta, con lo spettacolo di danza contemporanea “Animale”, in prima regionale, di Francesca Foscarini. Con questo solo, che ha debuttato alla Biennale Danza di Venezia nel 2018, l’artista, ispirandosi alle opere dell’artista Antonio Ligabue, ha esplorato la radice etimologica che accomuna “anima” e “animale”. Dopo l’Aperitivo quasi cena, previsto per le 21.15, andrà in scena, alle 22.30, Sporco negro, di Kronoteatro, in prima regionale, un cabaret razzista sul pensiero becero e xenofobo reso pensiero pubblico da anni di cultura mediatica pervasa da un sottile razzismo, che vede in scena oltra ad un membro storico della compagnia, due attori non professionisti del Gambia. La prima serata terminerà con il la musica dal vivo di  Uhuru Republic, un caleidoscopio di personalità e competenze da artisti italiani partiti per la Tanzania con l’obiettivo di fondere le due culture. 

 

Sabato 10 agosto

La serata di sabato 10 agosto sarà ospitata dall’azienda agricola biologica BioVio e si aprirà alle ore 20.00 con Io sono. Solo. Amleto di Marco Cacciola, in prima regionale, uno spettacolo in cui l’interprete parte per indagare i propri confini, in un non luogo in cui sono destinati a sprofondare alcuni personaggi dell’Amleto.  Alle 22.30, dopo l’Aperitivo quasi Cena (21.15), la performance Outdoor Dance Floor, di Salvo Lombardo / Chiasma, un’azione coreografica basata su una serie di sequenze di movimento imitabili e sostenute dalla relazione con un live set multimediale. A seguire dj- set, che chiuderà la serata. 

 

Domenica 11 agosto

L’ultima serata, domenica 11 agosto, si terrà presso L’Ortofrutticola. Alle 20.15, andrà in scena, in prima regionale, First love, l’opera di teatro danza dell’artista Marco D’Agostin, premio UBU 2018 come miglior performer under 35, ed è la storia di un ragazzino al quale piaceva lo sci di fondo - e la danza - e grida al mondo che quel primo amore aveva ragione d’esistere; a cui seguirà l’ Aperitivo quasi Cena, alle 21.15. Alle 22.30, i Leoni d’oro alla carriera per il Teatro 2018 Antonio Rezza e Flavia Mastrella porteranno in scena “Pitecus”, che racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato, in cui sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. La decima edizione di Terreni Creativi si chiuderà con il dj-set di MaNu!, l’ eclettico artista ligure che interpreta e costruisce i suoi dj-set attorno alle sonorità black senza darsi confini. 



Informazioni

www.terrenicreativi.it 
info@kronoteatro.it 
tel. 380.3895473

TERRENI CREATIVI Festival prevede un biglietto con un prezzo molto popolare che dà diritto ad assistere a tutti gli eventi della serata e all’Aperitivo quasi cena.
Biglietto spettacoli Pre-festival (ore 19) € 5,00 
Biglietto serata intera (dalle ore 20) € 20,00 intero / € 12,00 ridotto (ragazzi fino ai 13 anni) 
Pass sostenitore tre serate € 100,00 . 
Posti limitati, prenotazione obbligatoria.
Non è possibile assistere agli spettacoli dopo l’inizio.